• C. Lugli

Brindo bio


Sabato 21 marzo, alle ore 9,15 (Fiera di Faenza – Sala Zanelli) si parlerà di Vitivinicoltura biologica e biodinamica. Acquisizioni tecniche e prospettive. Che il vino biologico non sia né una nicchia né tantomeno un prodotto di moda è testimoniato anche dalla grande crescita che i vigneti biologici hanno avuto negli ultimi anni. Il vino biologico è ancora una nicchia di mercato, ma in forte una crescita.

Anche grazie al nuovo regolamento europeo che ha esteso le regole per la certificazione non solo all’uva ma anche alla produzione in cantina e che rappresenta una grande conquista: più chiarezza e garanzie per il consumatore, maggiore appeal per il prodotto che diventa più attraente anche per la commercializzazione nella grande distribuzione, dove fino ad ora è stato poco presente.

Inoltre pur non essendo tra i principali settori considerati a maggiore criticità ambientale, è bene iniziare a pensare alla vitivinicoltura in una nuova ottica, quella della sostenibilità ambientale, affinché le produzioni enologiche non vadano a discapito delle risorse naturali ed ambientali coinvolte.

Al termine dell’incontro, promosso da CRPV, ASTRA, Università di Bologna, si svolgerà una visita guidata ai vigneti biologici e biodinamici e degustazione di vini bio presso il Polo di Tebano.

#vino #sostenibilità #biologico #biodinamico #crpv #tebano #faenza

2 visualizzazioni
enama.gif
CAI 1 riga.jpg

Media Partner

agronotizie.jpg
banner-gamma.jpg

©2019 Mostra Agricoltura Faenza - Momevi 

sono organizzati da Blu Nautilus Srl | P. IVA 02485150409

Main Sponsor